Quanta fretta! Ma dove corri?

Educazione stradale
per non farsi e non fare del male
con il ritmo più giusto per viaggiare con gusto!


Oggi si va come all’assalto nella giungla dell’asfalto
senza calma né rispetto e tanta rabbia dentro al petto.
Macchine veloci guidate da facce sempre più feroci,
incidenti stradali sempre più abituali.
Pianti, feriti, macchine rotte,
morti, disgrazie, lamiere contorte:
si deve migliorare la situazione,
si deve migliorare la circolazione!!
Per poter alfin trovare il giusto modo di viaggiare
con il casco sul motorino sia l’adulto che il bambino
usando a modo l’acceleratore
ed ascoltando bene il motore
fermandosi alle strisce pedonali
ed osservando tutti i segnali...
Senza aver fretta allora viaggiamo e...
così tutti molto meglio viviamo!

Nello spettacolo si parla di macchine, moto, biciclette, caschi, cinture, fretta, velocità, distrazione, eccitazione.
Dall’invenzione della ruota ai giorni nostri tutto (o quasi) viene clownescamente passato al setaccio perc hé si possa vivere con allegria evitando di incontrare o (peggio ancora) di provocare incidenti stradali.

Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo Acune foto dello psettacolo